Masterclass su tre strumenti storici

Viviana SofronitskyDal 14 al 16 Settembre nell’Aula Magna del Conservatorio di Cagliari la forte pianista Viviana Sofronitsky terrà un corso di perfezionamento per tastiere storiche molto particolare. Il corso sarà aperto, oltre che ai fortepianisti esperti, anche a tutti i pianisti che desiderino essere guidati ad un primo approccio alle tastiere storiche. Ciò che rende particolarmente interessante la masterclass è la disponibilità di ben tre diversi strumenti. La copia di uno Stein del 1780, il tipico fortepiano mozartiano, quella di un Walter del 1805 e quella di un Graf del 1819, entrambi strumenti posseduti o suonati da Beethoven.
Il repertorio potrà spaziare da Haydn al primo Chopin, passando per tutte le Sonate e i Concerti di Beethoven. Il corso è aperto a un numero massimo di 8 allievi effettivi, ma l’ingresso come uditori è libero.
All’inizio del corso Paul McNulty, il costruttore di tutti e tre gli strumenti, sarà a disposizione del pubblico per illustrare particolarità e differenze dei tre pianoforti, nonché i criteri del suo lavoro
Ecco una breve biografia di Viviana Sofronitsky e dei costruttori, sia quelli antichi che quello moderno.
Viviana Sofronitsky ha iniziato gli studi musicali in famiglia, seguendo le orme del padre, Vladimir Sofronitsky, uno dei più celebri pianisti russi di tutti i tempi. Dopo il diploma al Conservatorio di Mosca si è trasferita negli Stati Uniti, per approfondire lo studio della musica antica. Nel 1990 si è trasferita in Canada, dove ha iniziato un’intensa attività concertistica assieme al gruppo “tafelmusik Orchestra”. Nel 1999 Viviana Sofronitsky si è diplomata in cembalo e fortepiano al Conservatorio Reale dell’Aia.
Viviana Sofronitsky ha vinto il primo premio al concorso Bach di Berlino e al Concorso Musica Antiqua di Brugge. Da allora ha suonato in molti importanti festival di musica antica come “La Primavera Musicale” di Nantes, il Festival Bach di Lipsia e il Festival di Utrecht.
Incide per le etichette “Suoni e Colori”, “Pro Musica Camerata” e “Glob, per cui ha registrato, assieme al “Musicae Antiquae Collegium” di Varsavia tutti i concerti di Mozart, Il suo recente CD dedicato alla musica per fortepiano e violoncello di Mendelssohn, è stato recensito con grande favore dalla critica internazionale. Tiene masterclass e le sue registrazioni sono regolarmente trasmesse dalle radio americane e europee.

Johann Andreas Stein (1728-1792) fu uno dei più importante costruttori di fortepiani dell’epoca di Mozart. Nato a Heidelsheim in una famiglia di organari, compì il suo apprendistato con il celebre costruttore Silbermann ed aprì un suo laboratorio ad Augusta nel 1751, dove costruì, in 41 anni di attività, circa 700 strumenti. Introno al 1770 era famoso come organista e costruttore di organi e fortepiani. Quando Mozart passo ad Augusta nel 1777, divenne amico di Stein, usò i suoi strumenti in pubblico e li lodò con entusiasmo in una celebre lettera che scrisse al padre.

Anton Walter (1752 – 1826), che si guadagnò per primo il titolo di “Costruttore Corte” è considerato il costruttore più celebre della sua epoca. Migliorò il modello di meccanica viennese, portandola ad uno standard che rimase attuale per molti anni. Ha costruito circa 700 strumenti, che furono apprezzati per la loro qualità da Mozart, che comprò un Walter nel 1782, e da Beethoven, che nel 1802 fu sul punto di acquistarne uno anche lui. Secondo il figlio di Mozart Carl: “Mio padre aveva una particolare preferenza per questo strumento e lo voleva sempre, non solo nel suo studio, ma anche in ogni luogo dove teneva i suoi concerti, sia che fossero teatri, saloni o cortili”.

Conrad Graf, (1782 – 1851), che dal 1824 ebbe il titolo di “Regio Imperial costruttore di pianoforti” (” k. k. Hofpiano und Claviermacher”), era nato a Riedlingen (Wurttemberg) e si trasferì a Vienna nel 1799. Divenne un costruttore di pianoforti e aprì una sua fabbrica di strumenti nel 1804. Già nel 1820 i suoi strumenti erano considerati “i più moderni a Vienna e in tutto l’impero” Graf non fornì strumenti solo a tutti i palazzi della corte ma ne fece avere uno anche a Ludwig van Beethoven. Chopin, Robert and Clara Schumann, Liszt, Mendelssohn e Brahms tennero sempre i pianoforti Graf nella massima stima.

Paul McNulty si è dedicato alla costruzione di strumenti dopo aver studiato musica al Conservatorio Peabody a Baltimora. A Boston si è diplomato in tecnologia del pianoforte e accordatura sotto la guida di Bill Garlick. Dal 1985 ha costruito più di 100 fortepiani su modello Walter, Hofmann e Graf.
Dopo alcuni anni ad Amsterdam, nel 1995 Paul McNulty si è trasferito nella Repubblica Ceca, dove ha trovato il legno più simile a quello utilizzato dagli antichi costruttori viennesi. Infatti nel 1823 Conrad Graf decise di prendere il legno per le sue tavole armoniche dalla foresta Schwarzenberg, da dove la faceva giungere a Vienna attraverso un canale che collega la Moldava al Danubio. Dalla stessa foresta viene il legno usato da Paul McNulty per i suoi strumenti, costruiti precisamente secondo i disegni e le misure originali dopo lunghe e approfondite ricerche in musei e archivi storici.

Gli strumenti costruiti da Paul McNulty sono regolarmente utilizzati per concerti e incisioni da artisti come Malcom Bilson, Ronald Brautigam, Paul Badura-Skoda e Alexei Lubimov.

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: